logo associazione

Riduci, Riusa, Ricicla…e Risparmia può essere senz’altro adottato come nostro mantra. Quando dico “nostro” mi riferisco a quelli come me, o meglio a quelli che hanno deciso di seguirmi in un’idea che covavo ormai da alcuni anni. Sono sempre stato un’accumulatore seriale, mi piacciono gli oggetti antichi, strani, vintage e non, ma in generale mi secca e lo trovo incomprensibile, il fatto di disfarsi, buttandoli, di oggetti non solo con una storia, ma secondo me anche con un futuro. Così alcuni anni fa cominciai a pensare ad unire persone che avessero il mio stesso istinto “conservativo”, ma allo stesso tempo “creativo” nell’inventare nuovi usi e nuove forme per oggetti e materie prime in disuso. Nasceva l’idea dell’Associazione di Volontariato, oggi denominata infine Nova Mundi. Il Nuovo Mondo per noi è quel posto dove realizzare le nostre aspettative di società attenta ai temi ambientale, sociale ed occupazionale.

Il tema ambientale

Il tema ambientale è certamente il primo elemento scatenante di questo impulso al riciclo. L’ambiente è saturo di rifiuti, il loro trattamento è sempre più fonte di inquinamento, e non solo ambientale. Essendo un problema stringente, ha generato un indotto di interessi pari solo al mercato degli stupefacenti, alimentando fenomeni di strumentalizzazione e di sciacallaggio, senza remore per ambiente e salute. Riusare, riciclare significa aiutare l’Ambiente e quindi noi stessi. Significa aria, acque e suolo più puliti, per noi e per i nostri figli.

Il tema sociale

Il tema sociale è il secondo aspetto fondamentale della nostra missione. Recuperare gli anziani, chi è senza lavoro, magari con capacità che non vengono valorizzate. Ridare loro l’opportunità di mettersi al servizio dell’Ambiente, bene comune, ma anche di continuare a esercitare o di apprendere nuove capacità professionali. Avvicinando all’Associazione le persone con esperienza nelle arti manuali e visive, abbiamo voluto preservare le antiche tradizioni, di cui il nostro Paese è orgoglioso portatore, con l’intento di poterle tramandare. Riscoprire tutte quelle attività manuali che per troppo tempo il “mercato” ha posto in secondo piano, privilegiando la quantità alla qualità. Riscoprire attraverso il contatto con i materiali, il rapporto con la natura. E aiutare i più giovani ad assorbire questi insegnamenti, imparando dai più anziani, i segreti di antiche professioni. La vera scommessa è proprio quella di ricreare una perfetta sinergia tra vecchie e nuove generazioni.

Il tema occupazionale

Il tema occupazionale è un altro degli aspetti che riguarda da vicino l’attività dei nostri volontari. Riciclo creativo, trasformazione di oggetti e materie prime, richiedono conoscenza dei materiali e delle tecniche per lavorarli, ma anche creatività e spirito artistico. Quando abbiamo esposto la nostra idea, abbiamo ricevuto consensi unanimi, da persone desiderose di esprimere le proprie capacità e realizzare le proprie idee. Anche il mercato globale ci ha dimostrato, soprattutto questo ultimo anno, che dobbiamo essere in grado di andare avanti anche con le nostre sole forze ed in armonia con l’ambiente, di rompere questa nostra dipendenza dalla routine quotidiana. Dovremmo forse rivedere il nostro modello di sviluppo, rendendolo più bio-compatibile ma anche rispettoso dei tempi e degli spazi necessari alle relazioni umane. Essere cittadino di Nova Mundi vuol dire anche questo: cercare il benessere nella solidarietà, nel rispetto reciproco, sia tra persone sia verso tutti gli elementi che popolano e compongono il nostro habitat.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.